Luigi Menichelli | © 2017
Scriptures
"Come le Foglie"
Luigi Menichelli
Salon Privè Edizioni
"Quando ho visitato il suo studio mi avevano colpito quelle grandi teche trasparenti che contenevano foglie."
"Quando ho visitato il suo studio mi avevano colpito quelle grandi teche trasparenti che contenevano foglie."
"Attraverso di me le molte voci a lungo mute, Voci delle infinite generazioni di prigionieri e di schiavi, Voci degli ammalati e disperati e dei ladri e dei nani.."
Come gli alberi con le foglie in autunno, così noi, a volte, sentiamo il bisogno di lasciar cadere i pensieri, le frivolezze e i sogni...
Quando il terreno gela intorno a noi, succhiamo la clorofilla dei nostri sogni, che non saranno distrutti ma si rigenereranno dentro di noi per uscire fuori più forti quando la terra sarà nuovamente generosa...
La foglia che cade non è morte ma energia che ritorna all'origine.
Nella nostra evoluzione il nostro saper ricevere ed il saper trasformare in energia ciò che ci è dato èsimile alle foglie, aperture palmari agli altri, estensioni sottili simili a mani aperte.
Complessità della natura. Siamo complementari! Se per uno strano scherzo le piante decidessero di assumere ossigeno ed emettere anidride carbonica noi cesseremmo di esistere...
"Leaves of Grass"
Luigi Menichelli
Romberg Edizioni